Logo ZenStore

Come preparare la tintura con l’henné

Zen Store SRLs
2016-10-26
Preparazione tinture hennè

La tintura di henné si ottiene dalla polvere dell’arbusto che porta il medesimo nome. Tipicamente tale polvere può dare un colore che varia dal rosso all’arancio. Altri colori sono solitamente ottenuti miscelando l’henné con altre sostanze.
Potrebbe essere controproducente miscelarlo con sostanze sintetiche che potrebbero annullare i vantaggi ottenuti dall’utilizzo di una sostanza innocua e naturale. Molto più sensato è invece usare altri derivati naturali, quali il mallo di noce, l’indigo o l’amla, che possono non solo portare a variazioni del colore, ma anche proteggere ulteriormente capello e cuoio capelluto.
Ma quali colori è possibile ottenere con l’henné? La risposta non è sempre semplice, poiché sono molti i fattori che entrano in gioco, ad esempio il colore dei vostri capelli o altre tinture sintetiche ancora operanti sul capello. A ciò va aggiunto che il colore dipende anche dalla varietà di henné utilizzato nonché, come vedremo più avanti, dalla sostanza con cui si sceglierà di mescolarlo.

Preambolo alla preparazione

La preparazione della tintura di henné non è complessa. Versate innanzitutto la giusta quantità di henné, che potrete verificare dalla tabella seguente, in un contenitore di vetro oppure di plastica.

Di seguito le quantità indicative da utilizzare:

  • Per capelli corti, 100gr.
  • Per capelli lunghi fino al collo, 200gr.
  • Per capelli lunghi fino alle spalle, 300gr.
  • Per capelli lunghi fino alla vita, 500gr.

Adesso avrete diverse possibilità: è necessario miscelare la polvere di henné con una sostanza acida che permetta al colore di essere fissato sui capelli. La sostanza migliore è il succo di limone, con cui potrete ottenere un rosso naturale ed intenso.
Altre fonti consigliano, oltre al succo di limone, sostanze quali aceto e yogurt. Noi riteniamo sia meglio non discostarsi dal succo di limone, poiché aceto e yogurt potrebbero non garantire gli stessi risultati o avere effetti collaterali: lo yogurt, ad esempio, può creare problemi di forfora; altri consigliano il caffè, pensando che possa esaltare il colore dato dall’henné, ma, non solo questo non è vero, ma potrebbe anche provocarvi mal di testa o un’irritazione del cuoio capelluto. Se proprio è necessario (ad esempio se si è sensibili al limone), è possibile usare in alternativa succo d'arancia, tè al limone, succo d'uva oppure tè alle erbe con un po’ di limone!

Sul fatto che sia preferibile preparare l’henné con una sostanza acida piuttosto che con semplice acqua ci sono state, nel tempo, discussioni ed opinioni divergenti. Ci siamo documentati a questo proposito e purtroppo dalle sole fonti a nostra disposizione non abbiamo potuto ricavare un risultato definitivo e preciso. Per questo motivo abbiamo proceduto noi stessi ad una serie di piccoli esperimenti, compiuti nell’arco di tempo di una settimana, in cui abbiamo verificato il risultato utilizzando diversi tipi di henné e diversi tipi di sostanza da miscelare. Il risultato finale, dal nostro punto di vista, ha mostrato che la preparazione con limone rappresenta la scelta migliore; il colore ottenuto in questo modo si è rivelato maggiormente duraturo e di un colore più intenso ed evidente.

Come preparare l’henné

Scelta la sostanza acida, miscelatela con dell’acqua tiepida (non eccessivamente calda; il calore estremo potrebbe alterare il colore ottenuto, virandolo verso l’arancio mattone) in parti uguali e aggiungete il tutto all’henné.  Adesso mescolate finché il composto non assume la medesima consistenza di una purea di patate.

Preparato il composto, lasciatelo riposare tutta la notte: la lunga esposizione all’acido farà sì che il colore venga rilasciato nel modo migliore. Appena prima di usarlo, aggiungete ancora un po’ della sostanza acida che avete scelto, fino a fargli avere una consistenza simile a quella di uno yogurt.

Come applicare l’henné.

Procuratevi dei guanti, in modo da evitare di macchiare la pelle delle mani. Per ottenere risultati migliori, l’impasto finale va applicato in maniera abbondante e, possibilmente, su capelli puliti e ben pettinati, in modo da poterli facilmente dividere in ciocche. Applicate il composto sulle ciocche dei capelli con le dita oppure con un applicatore per tinte. Cominciate dalla nuca, ricoprendo ogni ciocca di capelli fino ad arrivare alla cute. Ricoperti tutti i capelli, massaggiate tutta la testa per qualche minuto.
Quando avrete ricoperto tutti i capelli, avvolgete la testa nella pellicola, cosi che il composto rimanga tiepido e non si secchi. Questo serve ad ottenere un colore piu brillante. Il tempo di posa è di 3 - 4 ore. Trascorso questo tempo, potrete lavare via il composto.
L'henné tende a diventare più scuro nei giorni successivi: in tre giorni otterrete il colore definitivo, molto più scuro e luminoso a seconda se avrete aggiunto o meno una sostanza acida all’henné.

Utilizzando il medesimo procedimento, potrete applicarlo anche a barba, baffi e così via.

Newsletter