Logo ZenStore
Aggiornamento Covid-19 del 18-12-2020

Henné Hemani Burgundy con Oudh - Rosso freddo Borgogna/Bordeuax - Hennè/Henna/Lawsonia Inermis - Hair Quality

Punteggio:
(137 recensioni)
Marca: Hemani
Codice articolo: 8964000577844
Prezzo consigliato: EUR 6,50
Prezzo scontato: EUR 4,99
Risparmi: EUR 1,51 (23,2%)
Disponibilità: solo 2277
Confezione prodotto 150 gr
Ordina adesso e riceverai il tuo ordine tra giovedì 21 gen. e venerdì 22 gen.
Henné pakistano puro, senza picramato. Permette di ottenere un colore borgogna/bordeaux intenso e di coprire i capelli bianchi. Ha un elevato potere tintorio e un profumo gradevole dovuto all’olio essenziale di Oudh.

Inci: Lawsonia Inermis Leaf Powder and Essential Oil
Origine: Pakistan
Costituenti chimici: 2-idrossi-1,4-naftochinone (lawsone)

Aspetto: polvere fine di colore verde
Odore: Erbaceo e profumato (grazie all’olio essenziale aggiunto)
Tonalità di colore: rosso freddo dal tono burgundy/bordeaux


Utilizzo in breve: dopo aver mescolato la polvere con acqua, stendere accuratamente la pasta sui capelli puliti, lasciandola in posa per qualche ora. Risciacquare solo con acqua per eliminare i residui dai capelli.

Proprietà in breve: colora i capelli in modo naturale, li rende più forti, morbidi e luminosi e copre i bianchi

Controindicazioni in breve: verificare eventuali allergie sulla pelle prima dell’uso. Non usare in caso di favismo. In gravidanza o allattamento, chiedere un consulto medico.

torna al menu...

L’Henné Hemani Burgundy con Oudh è una speciale varietà di henné, che viene ricavata dall’essiccazione e dalla macinazione delle foglie di Lawsonia Inermis a cui viene aggiunto l’olio essenziale di Oudh.
L’Oudh (o agarwood) è un tipo di resina molto pregiata, estratta dagli alberi di Aquilaria e Gyrinops e da cui si ricava un olio essenziale molto raro e profumato dalle note aromatiche legnose ma calde, che rimandano alle atmosfere orientali.
Questo olio essenziale consente all’henné di rilasciare maggior colore e conferisce all’Hemani Burgundy una profumazione davvero piacevole e particolare, che permane sui capelli anche dopo il risciacquo.
Un’altra caratteristica dell’Hemani Burgundy è il colore intenso e particolare che conferisce ai capelli; si tratta infatti di uno degli henné con più alta capacità tintoria che regala sfumature dai toni burgundy davvero rare, non paragonabili a nessun altro tipo di prodotto.
L’Hemani Burgundy, proviene dal Pakistan come tutti gli henné originari di queste terre, dona ai capelli un bel tono di rosso freddo intenso, che va dal burgundy al bordeaux, con sfumature di rosso scuro e porpora. Questo particolare colore può essere apprezzato soprattutto sui capelli chiari o biondi, mentre sui capelli scuri, si potranno avere dei riflessi rosso bordeaux/ciliegia visibili al sole.
Si presenta come una polvere abbastanza sottile di colore verde, che a differenza di altri henné non ha il caratteristico odore erbaceo, ma una profumazione gradevole ed intensa, con note orientali. Mescolato con acqua permette di ottenere una pasta vellutata e cremosa che si stende facilmente sui capelli e che si risciacqua con molta rapidità.
Si tratta di un henné puro al 100% che non contiene picramato né altri coloranti artificiali aggiunti, per questo può essere usato in totale sicurezza sui capelli, garantendo un colore intenso e duraturo già dalla prima applicazione. Il picramato, è un additivo sintetico che viene addizionato alle tinte o agli henné non puri, per aumentare la capacità tintoria, ma che può generare eruzioni cutanee come gonfiore della cute, arrossamento e prurito.
L’Hemani Burgundy con Oudh è invece un prodotto sicuro, da testare sempre preventivamente sulla pelle per escludere eventuali allergie alla pianta.
Si tratta inoltre di un henné che copre perfettamente i capelli bianchi con una sola applicazione, colorandoli di un rosso burgundy molto intenso e brillante, che può essere scurito con altre applicazioni o con un secondo passaggio di erbe tintorie scurenti come katam, mallo di noce o indigo, da usare in percentuali variabile in base al colore desiderato.

torna al menu...

L’Henné Hemani Burgundy con Oudh è l’henné ideale per chi vuole una colorazione intensa di rosso dai riflessi borgona e violacei senza utilizzare alcun trattamento chimico.
Si tratta infatti di una colorazione del tutto naturale che, a differenza delle tinte chimiche, non danneggia i capelli ma oltre a tingere, effettua un vero trattamento di bellezza, rendendo la chioma più morbida e luminosa.
Al contrario dei trattamenti chimici, infatti, l’henné avvolge la corteccia del capello e si lega alla cheratina, senza penetrare nella struttura profonda del fusto; in questo modo i capelli non vengono danneggiati né sfibrati, anzi il fusto dopo l’applicazione risulta più forte e vigoroso.
Ecco perché l’henné viene utilizzato anche come ingrediente di bellezza per chi ha i capelli indeboliti da precedenti trattamenti a base chimica.
Un’altra caratteristica che lo differenzia delle comuni tinte riguarda il colore che è possibile ottenere dalla sua applicazione. Le sfumature dell’henné sono moltissime e dipendono soprattutto dal colore di base dei capelli: il rosso infatti sarà più acceso e visibile sui capelli chiari, mentre sui capelli scuri si possono ottenere dei bellissimi riflessi dai toni rosso freddo/violaceo.
L’henné infatti è una colorazione vegetale che tinge tono su tono, ovvero va a creare degli strati di colore sui capelli man mano che si procede con le applicazioni (stratificazione); per questo sui capelli scuri si creano solo dei riflessi e non è possibile schiarire il tono.
Inoltre il colore finale dipende anche dall’aggiunta, in fase di preparazione, di altre sostanze o erbe tintorie; nel caso dell’Hemani Burgundy, si possono ad esempio aggiungere polvere di alcanna o legno di campeggio per ottenere delle sfumature viola più fredde.
In generale i toni dell’henné sono infatti divisi in due principali categorie: tono freddo e tono caldo.
Gli henné dal tono freddo sono quelli che conferiscono una colorazione di rosso acceso, tendente al ciliegia e al rubino; sono invece henné dai toni caldi, quelli che tendono ad un rosso più chiaro, dalle sfumature ramato/arancio e che possono raggiungere tonalità mattone.
In genere la tonalità dipende dalla zona di origine della pianta di lawsonia: gli henné provenienti dal nordafrica, come ad esempio quelli egiziani e marocchini, hanno un tono molto caldo rispetto agli henné di origine indiana, pakistana (come l’Hemani Burgundy) ed iraniana che invece regalano toni più marcati e brillanti di rosso.
L’henné Hemani Burgundy è utile anche per coprire i capelli bianchi, in quanto li colora perfettamente con un rosso intenso anche solo con due ore di posa.

torna al menu...

L’henné Hemani Burgundy ha un consistenza molto sottile e per questo è semplice sia da preparare che da stendere sui capelli. Innanzitutto bisogna determinare qual è la dose giusta per coprire tutti i capelli e quindi assicurarsi di avere a disposizione polvere sufficiente per il composto.
La quantità di henné da usare varia a seconda della lunghezza dei capelli ma bisogna tener conto anche di quanto sono folti; per questo andranno aumentate o diminuite in base ai propri capelli, tenendo conto che è sempre preferibile prepararne di più ed eventualmente congelarlo in caso di esubero.
Conservare l’henné già preparato in congelatore è una pratica abbastanza comune che non fa perdere al composto il suo potere tintorio, anzi si è dimostrato che l’henné congelato e poi scongelato a bagnomaria, sia una soluzione molto efficace per ottenere dei toni di rosso ancora più freddi.

Di seguito le dosi indicative da utilizzare in base alla lunghezza dei capelli:

  • Capelli molto corti: 30-50 gr
  • Capelli corti: 50-70 gr
  • Capelli alle spalle: 100 gr
  • Capelli a metà schiena: 150-200 gr
  • Capelli alla vita: 250 gr

Tali dosi possono essere facilmente riadattate dopo il primo utilizzo ,in quanto sarà più facile regolarsi sulle quantità giuste per i propri capelli.

Attrezzatura necessaria
Per preparare ed applicare l’henné bisogna procurarsi:

  • Una ciotola capiente di plastica o vetro
  • Un cucchiaio di legno o plastica
  • Un paio di guanti
  • Pellicola trasparente per alimenti o una cuffia per doccia
  • Capellino di lana o turbante in microfibra o asciugamano caldo (utili solo in inverno)

Preparazione
La preparazione dell’henné è piuttosto semplice e può essere eseguita in due modi diversi che si differenziano per il tempo di riposo del composto e per la temperatura dell’acqua utilizzata.
Bisogna tener conto che l’henné per tingere bene deve rilasciare il lawsone, ovvero il pigmento colorante che permette appunto di tingere i capelli in modo ottimale.
Il rilascio di tale molecola è influenzato da due fattori che sono la temperatura dell’ambiente ed il tempo di ossidazione (ovvero di riposo) della pasta; affinché l’henné abbia una buona resa tintoria, il rilascio del pigmento deve avvenire nei giusti tempi e con le giuste modalità. Inoltre bisognerà attendere che il composto raggiunga il suo picco tintorio, ovvero il momento in cui l’henné avrà la sua massima capacità di tingere i capelli.
Il principio di base è che più le temperature sono alte e più velocemente l’henné rilascia colore; al contrario, se si usa acqua fredda e si prepara in un ambiente freddo, esso richiederà più tempo (ore o giorni) per rilasciare il lawsone.
Per comprendere tali dinamiche si può osservare il grafico che segue, dove sono riportate le diverse reazioni dell’henné (preparato con acqua e succo di limone) nel tempo e a temperature diverse.

Grafico ossidazione henné

Nella colonna a sinistra sono riportate le diverse temperature dell’ambiente, mentre in orizzontale sono disposti i tempi di riposo del composto; i riquadri in verde indicano che a quella determinata temperatura ed entro quelle ore di ossidazione l’henné non ha ancora rilasciato lawsone a sufficienza per tingere bene. La curva in rosso, indica invece, i momenti in cui il composto raggiunge il suo massimo picco tintorio e quindi è pronto all’uso; in giallo sono indicate le condizioni in cui l’henné inizia a perdere la sua capacità tintoria, dopo aver rilasciato colore.
Come si può vedere dal grafico, quando le temperature sono alte, il colore viene rilasciato velocemente; ad esempio se esse raggiungono un livello di 40°, il picco di colore sarà istantaneo e durerà fino ad un’ora circa, dopodiché l’henné comincerà a perdere potere colorante. Al contrario, se le temperature sono basse, potrebbe impiegare diverse ore (12-24) per tingere bene.
Ad ogni modo i tempi di ossidazione cambiano in base alla varietà di henné e quindi possono variare leggermente.

In base a questi principi, si può quindi preparare l’henné in due modi diversi:

  • Con acqua calda (40° circa) ed applicazione immediata
  • Con acqua a temperatura ambiente e ossidazione di più ore (da calcolare in base al grafico)

Nel primo caso, ovvero preparazione ed applicazione immediata, è sufficiente mescolare la polvere di Hemani Burgundy con acqua calda a 40° per ottenere una pasta cremosa e senza grumi. Al fine di una buona riuscita del colore, l’acqua deve essere calda ma non bollente, affinchè il lawsone venga rilasciato nei giusti tempi e non si comprometta il suo potere tintorio. Dopo la preparazione si può applicare direttamente l’henné sui capelli e tenerlo in posa per il tempo necessario.
Per quanto riguarda invece il secondo procedimento che prevede l’ossidazione del composto, bisognerà mescolare l’henné con acqua a temperatura ambiente e creare come sempre una pasta priva di grumi, aiutandosi con un cucchiaio di legno. Quando il composto è liscio, si copre con una pellicola e si lascia riposare per il tempo necessario al rilascio del colore, da calcolare seguendo le indicazioni del grafico. Per capire se l’henné ha ossidato bene ed è pronto all’uso basta osservare la superficie del composto: se si è formato uno strato di colore più scuro rispetto alla pasta sottostante, allora l’henné può essere applicato.
In generale i due procedimenti sono molto simili in termini di resa del colore, quindi si può scegliere quale utilizzare anche in base al tempo che si ha a disposizione. Il metodo dell’ossidazione, in diversi casi, si è dimostrato molto valido per ottenere un colore di rosso più acceso e per questo è consigliato soprattutto in caso di henné dai toni freddi; inoltre sembrerebbe che l’ossidazione faccia durare il colore più a lungo in quanto consente al pigmento di legarsi meglio alla cheratina. Ad ogni modo si possono sperimentare entrambi i procedimenti usando le diverse varietà di henné al fine di individuare quello più adatto alle proprie esigenze.

Applicazione
L’applicazione dell’henné può essere eseguita con diversi metodi, che in generale prevedono la suddivisione dei capelli in ciocche, in modo da applicarlo rapidamente e con una certa facilità.
Le tecniche sono diverse, si può scegliere di cominciare dalla nuca fino ad arrivare all’attaccatura della fronte, oppure iniziare da un lato all’altro; ad ogni modo dopo le prime applicazioni si può individuare il metodo più comodo e veloce ed acquisire una certa manualità.
Visto che l’henné, proprio come le tinte, macchia gli abiti, è bene prima di procedere all’applicazione, coprirsi con una mantellina o indossare abiti in disuso e munirsi anche di guanti, in quanto il composto colora anche le mani e le unghie, seppur in modo temporaneo.
Dopo aver indossato i guanti, si preleva il composto e si stende sui capelli direttamente con le mani o con un pennello partendo dalla radice. Si procede ad applicare l’henné fino alle punte e quando tutte le ciocche saranno coperte, si avvolgono i capelli in una cuffia o una pellicola in modo da non far passare l’aria.
La pasta infatti non deve assolutamente seccarsi e per questo la copertura con la pellicola è obbligatoria. In inverno si usa una ulteriore copertura con un cappello di lana o un turbante che serve per mantenere la testa al caldo mentre nei mesi caldi si può usare anche solo la pellicola o coprire ulteriormente la testa con un telo più leggero.

Tempi di posa
Per quanto riguarda i tempi di posa dell’henné Hemani Burgundy con Oudh, trattandosi di un henné altamente colorante, richiede pose piuttosto brevi che vanno dalle 2 alle 4 ore ma naturalmente possono essere anche prolungate se non si hanno problemi.
Dopo averlo tenuto in posa per il tempo necessario, l’henné va risciacquato in modo da eliminare tutti i residui di polvere e di colore dai capelli; il risciacquo va fatto solo con abbondante acqua in quanto, usare lo shampoo, comporterebbe la perdita di una buona parte di colore.
L’Hemani Burgundy lascia i capelli molto morbidi, ma in caso di secchezza delle punte, si può usare una noce di balsamo per renderli più districabili, tenendo conto che anche questo prodotto farà scaricare un po’ di colore.
Finito il lavaggio, si procede alla normale asciugatura considerando che il colore ottenuto non è quello definitivo; l’ossidazione dell’henné continua infatti anche dopo il risciacquo e per questo il risultato finale si potrà apprezzare dopo 2-3 giorni, senza fare lo shampoo in questo lasso di tempo.

torna al menu...

L’Hemani Burgundy con Oudh, regala un colore rosso molto intenso e particolare che volendo si può modificare aggiungendo al composto alcune erbe tintorie come:

Ci sono inoltre alcune sostanze che possono essere addizionate al composto e che non modificano il colore, come:

  • Contro la secchezza: ingredienti idratanti come gel di aloe vera, gel di katira, gel di semi di lino, zucchero o miele;
  • Per aumentare il profumo: aggiungere un pizzico di polvere di Javadhu

torna al menu...

L’Hemani Burgundy è considerato un henné sicuro sui capelli, tuttavia le sue controindicazioni sono comuni agli altri tipi di henné e riguardano principalmente reazioni cutanee, come gonfiore e arrossamento, che si possono verificare nei soggetti allergici.
Al fine di evitare effetti indesiderati, è consigliato sempre effettuare un test cutaneo prima dell’utilizzo; si stende una piccola quantità di pasta su un avambraccio (o altra zona del corpo) e si risciacqua dopo un paio di ore. Si attendono successivamente altre 48 ore in modo da osservare la reazione della pelle.
L’henné è sconsigliato ai soggetti con favismo in quanto il suo componente chimico ovvero il 2-idrossi-1,4-naftochinone (lawsone), provoca crisi emolitiche che in genere si manifestano con ingiallimento della cute, febbre alta e difficoltà respiratorie. In gravidanza ed allattamento, l’henné non ha effetti collaterali ma prima del suo utilizzo va sempre consultato il proprio medico o ginecologo.

Documenti Allegati

Chi ha acquistato questo articolo ha comprato anche...

Articoli Consigliati

Le recensioni dei nostri clienti

Lascia una recensione

Vuoi lasciare un commento? Effettua il login o registrati!

Segnalaci un nuovo prodotto
Esito operazione

...Sto caricando...

Sto caricando

Effettua il login

L'articolo è stato aggiunto al carrello.

Non è stato possibile aggiungere il buono regalo. Il valore del buono deve essere superiore a 15,00 EUR ed inferiore a 250,00 EUR.

Si è verificato un errore. Contattaci a: tecnici@zenstore.it

Si è verificato un errore. Contattaci a: tecnici@zenstore.it

Si è verificato un errore!

Vuoi rimuovere questo articolo dalla lista dei desideri?