Logo ZenStore
Categorie

Cardamomo Verde Semi- Sgonfiante e Digestivo

Punteggio:
(5 recensioni)
Marca: ZenStore
Codice articolo: 0317
Prezzo consigliato: EUR 3,99
Prezzo scontato: EUR 2,99
Risparmi: EUR 1,00 (25,1%)
Disponibilità: solo 37
Ordina adesso e riceverai il tuo ordine tra martedì 21 set. e mercoledì 22 set.
I semi di cardamomo verde hanno un gusto intenso ed aromatico. Utili nei piatti dolci e salati o per aromatizzare tè e bevande, favoriscono la digestione e contrastano l’alitosi. Vantano anche proprietà sgonfianti ed antinfiammatorie.

Inci: cardamomo verde bacche intere
Costituenti chimici: Olio essenziale ricco di limonene, alcoli, esteri, cineolo ed eucaliptolo.
Nome famiglia: Zinziberaceae

Conservazione: conservare i semi in un luogo asciutto e fresco per preservarne le proprietà organolettiche.

Utilizzo in breve: utilizzare i semi sia interi che macinati nella preparazione di ricette dolci e salate o per insaporire tè, bevande, caffè e tisane. Ottimi per la realizzazione di infusi digestivi capaci di contrastare l’alito cattivo e trattare il gonfiore addominale.

Proprietà in breve: digestive, carminative, antisettiche, antibatteriche, antinfiammatorie; dona un sapore aromatico e speziato a cibi e bevande, favorisce i processi digestivi e l’eliminazione dei gas intestinali, profuma l’alito, allevia il mal di gola e le affezioni alle vie respiratorie.

Controindicazioni in breve: evitarne il consumo in presenza di calcoli biliari o in caso di allergie ad uno o più componenti. Farne un uso moderato in gravidanza ed allattamento.

torna al menu...

Il cardamomo è una spezia molto aromatica e profumata originaria del Nepal e dell’India e appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae, la stessa dello zenzero e della curcuma. Il frutto della pianta è rappresentato da un involucro verde che all’interno contiene piccoli semi scuri il cui colore dipende dal grado di maturazione; i semi hanno un odore molto aromatico ed un gusto fresco ed intenso che ricorda vagamente quello dell’eucalipto e per questo sono largamente impiegati in cucina sia interni che macinati per insaporire piatti salati, dolci e dessert, tè, caffè e bevande, a cui dona un aroma davvero inconfondibile. Esistono principalmente tre varietà di cardamomo ovvero il cardamomo nero, molto comune e dal gusto amarognolo, quello verde (Elettaria cardamomum) originario dell’India che è il più pregiato e costoso dal gusto molto intenso e speziato e quello di Ceylon proveniente dallo Sri Lanka.
I semi di cardamomo verde vengono impiegati in molte preparazioni tipiche indiane, come ad esempio il chai, la bevanda nazionale a base di tè, latte e spezie, ma anche nei piatti salati come zuppe di verdure e legumi, curry e risotti.
Aldilà dell’uso culinario, i semi possono essere utilizzati anche in virtù delle loro proprietà terapeutiche in quanto si sono dimostrati un ottimo rimedio per favorire la digestione, eliminare i gas intestinali e contrastare l’alito cattivo, nonché abbassare la pressione ed il colesterolo. In particolare viene apprezzato per le sue proprietà antisettiche e rinfrescanti e per questo che in India è considerato ed utilizzato al pari della menta, tanto da essere impiegato anche nella produzione di dentifrici e gomme da masticare.
Dal punto di vista nutrizionale, i semi di cardamomo sono una ricca fonte di minerali tra cui spiccano manganese, zinco, ferro, magnesio, potassio e calcio, ma anche di vitamine (come la vitamina C e del gruppo B), nonché fitosteroli, fibre e proteine. La ricchezza di antiossidanti rende questi piccoli semi anche preziosi alleati per la prevenzione delle malattie croniche a carico dell’apparato cardiocircolatorio, associati ai fitosteroli, ovvero steroli vegetali che aiutano a ridurre il colesterolo HDL.

torna al menu...

I semi di cardamomo verde, come detto, rappresentano la varietà più pregiata ma anche la più costosa in quanto tra tutti sono i più aromatici, capaci di conferire un gusto davvero dolce, speziato ed originale a qualsiasi preparazione.
Ai semi di cardamomo vengono attribuite proprietà digestive, gastro protettrici, antisettiche, carminative, antinfiammatorie, ipocolesterolemizzanti, rinfrescanti ed antipertensive, in grado di agire quindi su più campi.

Il consumo di cardamomo si è rivelato particolarmente utile in quanto:

Contrasta l’alito cattivo: i semi di cardamomo aiutano a contrastare i batteri del cavo orale, che possono causare l’insorgenza di infezioni e di alitosi. Masticare delle bacche può avere quindi effetti benefici ed antibatterici, aiutando anche a prevenire la formazione di carie. In caso di alito cattivo basterà infatti masticare le bacche intere in modo che la loro buccia attraverso l’atto meccanico della masticazione vada a pulire i denti, mentre i semini contenuti all’interno aumenteranno la produzione di saliva, rendendo l’alito più profumato. Per contrastare l’alito cattivo sono sufficienti 4-5 bacche al giorno da masticare o da usare sotto forma di infuso.

Favorisce la digestione: il cardamomo è considerato dalla medicina ayurvedica uno dei rimedi più efficaci per favorire la digestione e per questo non manca mai nelle ricette tipiche della tradizione indiana. Aggiunto ai piatti li rende infatti più digeribili, andando allo stesso tempo ad alleviare acidità gastrica, crampi e flatulenze che spesso sono associati ad una digestione lenta e laboriosa. I semi hanno inoltre dimostrato di esercitare un’azione gastroprotettrice, utile per contrastare le ulcere. Anche in questo caso per favorire i processi digestivi, basta masticare qualche bacca o preparare un infuso da consumare dopo i pasti.

Contrasta il gonfiore: il cardamomo è un valido rimedio per ridurre la formazione di gas intestinali e quindi contrastare il gonfiore; presenta infatti una spiccata azione carminativa che può essere sfruttata preparando un infuso benefico a base di bacche, a cui aggiungere anche altre erbe sgonfianti come finocchio, coriandolo e cumino.

Riduce i livelli di colesterolo: la ricchezza di fitosteroli rende il cardamomo una spezia ipocolesterolemizzante; tali composti sono infatti noti in quanto capaci di abbassare i livelli di LDL (definito colesterolo “cattivo”) nel sangue, esercitando anche un’azione cardio protettiva. In particolare sia la polvere di cardamomo che l’olio si sono dimostrati efficaci nel ripristinare l’equilibrio lipidico (omeostasi) alterato in caso di colesterolo alto.

Abbassa la pressione: uno studio del 2009 pubblicato su PubMed con PMID: 20361714 e condotto su 20 pazienti ipertesi, ha dimostrato come la somministrazione di 3 gr di cardamomo in polvere per 12 settimane abbia ridotto la pressione sistolica e diastolica, generando anche un aumento del 90% dei livelli di antiossidanti nel corpo.

Calma il mal di gola: i semi di cardamomo sono ricchi di cineolo, una sostanza dall’azione antisettica ad antinfiammatoria che li rende ideali per contrastare il mal di gola, andando ad alleviare il dolore e l’infiammazione. Il suo utilizzo è indicato anche nel trattamento della tosse e del raffreddore ma anche in caso di affezioni alle vie respiratorie in quanto esercita un’azione broncodilatatoria utile in caso di asma.

torna al menu...

I semi di cardamomo possono essere usati sia interi che in polvere, a seconda della preparazione a cui sono destinati. In particolare i semi interi, si possono facilmente macinare con un macinacaffè oppure frantumati utilizzando un mortaio, in modo da poterli aggiungere più facilmente agli impasti.

Ecco qualche idea per usarli in cucina:

Aromatizzare i dolci: il suo gusto pungente e speziato è perfetto per esaltare le ricette dolci, a cui dona un aroma ed un profumo davvero originale. Dopo averli schiacciati con un mortaio e macinati finemente, si possono inserire negli impasti di torte, muffin, biscotti, crepes ecc. oppure spolverati direttamente sopra al termine della preparazione. Si possono aggiungere anche a gelati, budini, panna cotta, frutta caramellata o marmellate, per dare un tocco speziato ed orientale.

Aromatizzare tè e tisane: qualche seme può essere aggiunto durante l’infusione, nella preparazione di tè e tisane, soprattutto quanto il sapore delle erbe utilizzate non è molto gradito. Basta lasciare i semi in infusione per 5-10 minuti per ottenere una bevanda decisamente più gradevole e speziata.

Aromatizzare il caffè: se si vuole conferire al caffè un gusto più aromatico e profumato, basta aggiungere nel filtro insieme al caffè anche qualche seme di cardamomo macinato; si otterrà così un caffè dal sapore molto particolare ed inebriante.

Preparare il chai: il chai è una bevanda tipica dell’India e del Pakistan, realizzata con latte, tè nero e una miscela di spezie, tra cui non manca mai il cardamomo. Per prepararlo è sufficiente unire qualche bacca alle altre spezie (come zenzero, cannella, chiodi di garofano) e farle bollire in acqua prima di aggiungere il tè ed il latte.

Nelle ricette salate: i semi di cardamomo esaltano il gusto dei piatti salati e per questo possono essere aggiunti a zuppe, salse, sughi, risotti, purè di patate, verdure, carne e pesce oppure polverizzati all’interno di burger e polpette vegetali.

Decotto di cardamomo: in caso di cattiva digestione e/o gonfiore addominale, si prepara un decotto a base di semi; è sufficiente far bollire per 5 minuti un cucchiaino di bacche aperte in una tazza di acqua. Al termine filtrare e consumare la bevanda dopo i pasti; questo rimedio è utile anche in caso di mal di gola o alitosi.

torna al menu...

Liquore al cardamomo
Con le bacche di cardamomo si prepara un delizioso liquore aromatico e digestivo; occorrono:

  • 1 litro di alcool al 96%
  • 1,2 litri di acqua
  • 30 g di cardamomo
  • 500 g di zucchero

Per prima cosa bisogna schiacciare leggermente le bacche intere con un mortaio e riporle in una bottiglia con l’alcool, lasciandole macerare per 1 mese circa in un luogo buio e fresco, agitando di tanto in tanto la bottiglia. Trascorso il tempo di macerazione, preparare uno sciroppo facendo bollire lo zucchero in un litro e mezzo di acqua in modo che si sciolga del tutto. Filtrare l’alcool ed aggiungerlo allo sciroppo dopo averlo fatto raffreddare; mescolare bene e trasferire nelle apposite bottiglie.

Tisana sgonfiante

Per realizzare una tisana capace di contrastare i gas addominali occorrono:

  • 5 semi di cardamomo
  • 1 cucchiaino di semi di coriandolo
  • ½ cucchiaino di semi di finocchio
  • 1 anice stellato (opzionale)

Schiacciare i semi nel mortaio ed aggiungere le altre spezie (tranne l’anice stellato); portare ad ebollizione una tazza di acqua (circa 250 ml), aggiungere le spezie e lasciare in infusione per 10 minuti. Infine filtrare ed aggiungere l’anice stellato.

torna al menu...

Il consumo di semi di cardamomo come spezia per insaporire piatti e bevande non presenta particolari effetti collaterali. Le donne in gravidanza ed allattamento dovrebbero farne un uso moderato e non impiegarli a scopo terapeutico, in dosi elevate e per periodi prolungati.
Devono evitarne il consumo i soggetti con calcoli biliari in quanto, stimolando la produzione di bile, si potrebbe provocare uno spostamento del calcoli con conseguenti coliche. Non consumare in caso di allergia o ipersensibilità ad uno o più componenti.

torna al menu...

Il cardamomo rappresenta una delle spezie più antiche e diffuse al mondo, ma anche una delle più costose insieme alla vaniglia e allo zafferano. Grazie al suo aroma intenso e speziato sia i Greci che i Romani lo utilizzavano nella produzione di profumi, oli aromatici ed unguenti e difatti ancora oggi rappresenta un ingrediente molto diffuso nei prodotti cosmetici.
Le donne dell’antico Egitto erano solite bruciare essenze di cardamomo per diffondere il suo profumo nell’aria e godere dei suoi benefici afrodisiaci, stimolanti ed energizzanti. Sempre in Egitto, i semi venivano impiegati per lavare i denti e profumare l’alito mentre nel Medioevo si sfruttavano le sue capacità conservanti sugli alimenti. Spesso si preparavano miscele da fumare a base di semi di cardamomo, anche se il loro maggiore impiego era decisamente in campo culinario. Si tratta infatti di una spezia oramai utilizzata nelle cucine di tutto il mondo, a cui sia la medicina indiana che iraniana ha attribuito importanti capacità terapeutiche; in particolare i semi verdi sono stati e sono tutt’ora impiegati per il trattamento di infezioni al cavo orale, gengiviti ed alitosi, ma anche problemi dalle digestione ed affezioni alle vie respiratorie.
In particolare la medicina ayurvedica attribuisce al cardamomo proprietà calmanti e riscaldanti, classificandolo come una spezia tridoshica ovvero in grado di bilanciare i tre Dosha Vata, Pitta e Kapha, consigliando agli individui con squilibrio di Pitta di consumarlo con moderazione.
Sempre secondo l’Ayurveda, gli effetti disintossicanti e riscaldanti di questa spezia sono in grado di contrastare l’accumulo di ama (tossine) nel corpo, causa di diverse malattie e di un abbassamento dei livelli di energia; aiuta inoltre a ridurre Kapha a livello di stomaco e polmoni in caso di muco e congestione e a bilanciare Vata, che se in disequilibrio può causare stati ansiosi.

Curiosità:

  • In India il cardamomo fa parte delle classiche miscele di spezie garam masala, mentre in Marocco viene spesso inserito nella composizione del ras-el-hanout;
  • I semi di cardamomo rappresentano un ingrediente fondamentale del qahwa, il caffè arabo tipico del Medio Oriente.

torna al menu...

Il cardamomo è una pianta erbacea probabilmente originaria dell’India, tra le lagune del Kerala e del Malabar, ma diffusa anche in Indonesia e Sri Lanka ed attualmente coltivata soprattutto in Guatemala.
La pianta può raggiungere un’altezza di 5 m circa ed è caratterizzata da un rizoma lungo e nodoso con numerose radici; le foglie sono lunghe, strette ed appuntite mentre i fiori a corolla e riuniti in pannocchie presentano una colorazione bianco verdastra. I frutti sono capsule con tre spigoli arrotondanti, di colore verde con all’interno piccoli semi scuri e molto profumati. Proprio da questi semi si ricava un prezioso olio essenziale dalle elevate capacità digestive e tonificanti.

Chi ha acquistato questo articolo ha comprato anche...

Articoli Consigliati

Polvere di Cinque Spezie Cinesi - 5 Spezie - Miscela Esotica

Polvere di Cinque Spezie Cinesi - 5 Spezie - Miscela Esotica

La polvere delle cinque spezie cinesi è un tradizionale miscuglio di spezie utilizzato nella cucina cinese. Essa è formata , come suggerisce il nome, da 5 tipi di spezie: Finocchio, Anice stellato, Pepe di Sichuan, cannella e Chiodi di garofano. Queste miscela di spezie dona ai piatti una leggera nota mentolata.

EUR 3,49 50 gr

Curcuma di Levante

Curcuma di Levante

Spezia ricavata dal rizoma della Curcuma Longa, utilizzata nella cucina asiatica, è uno degli ingredienti del Curry, a cui dona il tipico colore giallo. Può essere utilizzata anche come colorante alimentare.

EUR 3,99 100 gr

Semi Interi di Fava Tonka

Semi Interi di Fava Tonka

I semi di fava tonka sono molto speziati ed aromatici, con note dolci e vanigliate. Ideali da grattugiare negli impasti di torte, biscotti e muffin o inseriti in creme, dessert e gelati, conferiscono un aroma unico anche a bevande e ricette salate.

EUR 3,98 20 gr

Semi di Finocchio Interi - Digestivi e Sgonfianti

Semi di Finocchio Interi - Digestivi e Sgonfianti

I semi di finocchio hanno un'azione digestiva, sgonfiante e carminativa. Usati per aromatizzare cibi e bevande o come infuso, favoriscono la digestione e l’eliminazione dei gas, alleviando gonfiore e bruciore. Ottimi per profumare l’alito.

EUR 2,49 50 gr

Semi di Aneto

Semi di Aneto

I semi di aneto sono semi aromatici, usati soventemente per tisane ed infusi con funzione diuretica. Esso hanno infatti proprietà  carminativa nei confronti dell'intestino, ottimo come antispasmodico e per tutti coloro che soffrono di crampi addominali. I semi di aneto possono inoltre essere utilizzati contro la cellulite, e rimuovere ogni scoria dal proprio organismo. Tanti altri sono infine benefici portati dalla loro assunzione anche a livello psicologico e della salute in generale.

EUR 2,99 50 gr

Coriandolo Semi

Coriandolo Semi

Il coriandolo è una spezia dall'aroma delicato e piacevole. Questo è, grazie alle sue proprietà , una delle spezie più consigliate a livello erboristico. Risulta infatti un ottimo rimedio a livello intestinale, limitando coliche, reflussi, gonfiore ed irritabilità  al colon. Ottimo inoltre per il sistema nervoso, e come aiuto al sistema immunitario.

EUR 2,10 40 gr

Zenzero in polvere

Zenzero in polvere

La povere di Zenzero ha molteplici usi e proprietà . Ha un sapore piccante e un odore pungente che lo rendono un'ottima spezia, utilizzata soprattutto nelle cucine orientali. E' usato per la preparazione di dolci, bevande, oli, tisane ecc. Ha proprietà  dimagranti, anti-tumorali, antiossidanti,antiemetiche, antispasmodiche, carminative, antibiotiche, anti-dolorifiche, anti- infiammatorie e tante altre ancora.

EUR 3,50 EUR 2,99 100 gr

Le recensioni dei nostri clienti

Lascia una recensione

Vuoi lasciare un commento? Effettua il login o registrati!

Segnalaci un nuovo prodotto
Esito operazione

...Sto caricando...

Sto caricando

Effettua il login

L'articolo è stato aggiunto al carrello.

Non è stato possibile aggiungere il buono regalo. Il valore del buono deve essere superiore a 15,00 EUR ed inferiore a 250,00 EUR.

Si è verificato un errore. Contattaci a: tecnici@zenstore.it

Si è verificato un errore. Contattaci a: tecnici@zenstore.it

Si è verificato un errore!

Vuoi rimuovere questo articolo dalla lista dei desideri?