Logo ZenStore
Categorie

Semi di sesamo dorato

Marca: ZenStore
Codice articolo: 04407
Prezzo consigliato: EUR 4,99
Disponibilità: solo 13
Ordina entro 11 ore e 18 minuti e riceverai il tuo ordine tra giovedì 05 ago. e venerdì 06 ago.
Ottima fonte di calcio, fibre, proteine vegetali ed antiossidanti, i semi di sesamo dorato sono ideali da aggiungere a piatti freddi e caldi, prodotti da forno, yogurt, salse, verdure e frullati.

Inci: semi di lino dorati
Costituenti chimici: acido linoleico, acido linolenico, vitamine (soprattutto vitamina E e del gruppo B), Sali minerali (calcio, magnesio e fosforo), fibre solubili ed insolubili, lignani, proteine, carboidrati, carotenoidi.
Nome famiglia: Linaceae

Aspetto: semi ovali di colore giallo dorato


Conservazione: conservare il prodotto in un luogo asciutto e fresco per evitarne l’irrancidimento. Una volta tritati, i semi si conservano in frigo per qualche giorno.

Utilizzo in breve: Usare interi o sminuzzati come condimento, su piatti caldi o freddi, in prodotti da forno, per salse, panature, burger, polpette. Ideali per la preparazione della tahina e dell’hummus o aggiunti a yogurt, cereali, frullati, barrette energetiche.

Proprietà in breve: ricchi di calcio, fibre, proteine vegetali, aiutano ad abbassare il colesterolo e proteggere la salute delle ossa. Ideale come fonte proteica e di calcio per vegani e vegetariani.

Controindicazioni in breve: Non eccedere con le dosi giornaliere consigliate (3 cucchiai al giorno); non assumere in caso di diverticolite o colon irritabile, non somministrare ai bambini molto piccoli.

torna al menu...

I semi di sesamo dorato sono una varietà di semi della pianta Sesamum indicum, una delle piante più antiche ad essere coltivate per i loro semi più che per le foglie.
Si differenziano dai più comuni semi di sesamo bianchi, per il loro colore più scuro e per un gusto più mite, anche se in termini nutrizionali le due varietà non presentano grandi differenze.
I semi di sesamo sono uno degli alimenti più antichi al mondo, utilizzati da secoli soprattutto nella cucina tradizionale indiana, venivano impiegati anche nella medicina ayurvedica come rimedio per favorire la digestione e come coadiuvante nei disturbi dell’apparato urinario. Tutt’oggi vengono utilizzati come condimento in tutte le cucine del mondo, per la preparazione di salse (come la tahina, famosa salsa della cucina mediorientale), panature, muesli e prodotti da forno.
Ma cosa rende questi piccoli semi così speciali? Dando uno sguardo al loro profilo nutrizionale, si può ben comprendere perché i semi di sesamo dorato, sono uno degli alimenti che non dovrebbe mai mancare in tavola.

1 solo cucchiaio di semi di sesamo (9 g circa) contiene:

  • 51,6 calorie
  • 2,1 g di carboidrati
  • 1,6 g di proteine
  • 4,5 g di grassi
  • 1,1 g di fibre
  • 18% della RDA di rame
  • 11% della RDA di manganese
  • 87,8 mg di calcio (9% della RDA)
  • 31,6 mg di magnesio (8% della RDA)
  • 1,3 mg di ferro
  • 56,6 mg di fosforo
  • 0,7 mg di zinco
  • 0,1 mg di tiamina
  • 0,1 mg di vitamina B6

Il sesamo inoltre ha un profilo lipidico tra i più eccellenti nella sua categoria, la percentuale di olio oscilla infatti tra il 50-60%, ovvero quasi il doppio di quello contenuto nelle olive; l’olio fornisce inoltre sostanze molto preziose come la sesamolina e la sesamina, due lignani dall’elevata attività antiossidante, che aiutano a mantenere sotto controllo la pressione sanguigna.
I semi di sesamo dorato, rappresentano anche una buona fonte di proteine vegetali (circa 20%), per cui sono un alimento ideale per gli sportivi, per vegetariani e vegani e per tutti coloro che presentano carenze; anche l’apporto di fibre è ottimo (12%), così come l’abbondanza di acidi grassi insaturi, tra cui acido oleico e linoleico (40% ciascuno).
Va data particolare importanza anche al contenuto di vitamine e minerali, di cui i semi sono particolarmente ricchi; si tratta di una fonte eccellente di calcio, fosforo, magnesio, ferro e zinco, mentre tra le vitamine troviamo soprattutto le vitamine del gruppo B (tiamina, riboflavina e folati) e vitamina E, accompagnate da alcuni aminoacidi come lisina, triptofano, metionina.
Il pool di tutte queste sostanze, conferisce ai semi di sesamo potenziali benefici sul sistema cardiovascolare, sulla salute delle ossa e sul sistema immunitario.

torna al menu...

I semi di sesamo dorato, vengono principalmente impiegati per la produzione di prodotti da forno, come cracker, grissini, pane e panini, oppure inseriti come condimento su piatti sia caldi che freddi, o ancora nella preparazione di diversi tipi di salse. Grazie alla particolare composizione lipidica e nutrizionale in generale, molti sono i benefici che si possono trarre dal loro consumo quotidiano.

Ecco quali sono le proprietà dei semi di sesamo dorato e perché fanno così bene:

Fonte di fibre: con solo 3 cucchiai di semi, si può ricoprire il 12% della razione giornaliera raccomandata di fibre. Consumare regolarmente semi di sesamo, favorisce dunque una corretta funzione digestiva e intestinale, aiutando ad aumentare anche il senso di sazietà. Un buon apporto di fibre, inoltre, può mantenere costanti i livelli di zucchero nel sangue, prevenire il rischio di malattie cardiache e il diabete di tipo 2.

Alleati delle ossa: per il rilevante contenuto di calcio, i semi di sesamo sono ottimi alleati per la salute della ossa, rappresentando una fonte totalmente vegetale di questo minerale, ideale quindi anche a chi non consuma latticini. Ad esso si associano buone dosi di magnesio, zinco e manganese, sostanze preziose per la prevenzione della fragilità ossea e di problemi come l’osteoporosi.

Abbassa colesterolo e trigliceridi: l’alto contenuto di grassi polinsaturi (41%) e di grassi monoinsaturi (39%), rende i semi di sesamo un alimento che può aiutare a diminuire i livelli di colesterolo e di trigliceridi nel sangue, prevenendo di conseguenza anche l’insorgere di malattie cardiache. Anche i composti vegetali come fitosteroli e lignani, possono avere effetti benefici sulla riduzione del colesterolo, come suggerisce uno studio pubblicato PubMed con PMID: 22263599, che ha dimostrato come l’assunzione di 40g di semi di sesamo sbucciati al giorno, per due mesi abbia ridotto il colesterolo LDL del 10% e i trigliceridi dell’8%.

Fonte di proteine vegetali: solo 3 cucchiai di semi, forniscono circa 5 g di proteine, per cui sono considerati una buona fonte per integrare tali sostanze anche per chi non consuma derivati di origine animali. Ad esse si associano alcuni aminoacidi come la metionina e cisteina, che sono carenti nei legumi. Trattandosi di semi poveri di lisina, essi vanno preferibilmente consumati insieme a fonti ricche di questo aminoacido come fagioli o ceci.

Ridurre la pressione: la ricchezza di magnesio, rende i semi di sesamo degli alimenti ipotensivi, ovvero in grado di abbassare i valori pressori. Inoltre, la vitamina E, i lignani e gli antiossidanti contribuiscono a prevenire il deposito di placche nelle arterie, mantenendo regolare il flusso sanguigno.

Antiossidanti e antinfiammatori: vitamina E, lignani e sostanze antiossidanti presenti nei semi di sesamo, sono utili per contrastare lo stress ossidativo e quindi proteggere la struttura delle cellule, prevendendo l’insorgere di molte malattie croniche. Il contenuto di sesamina, un composto con azione antinfiammatoria ed antiossidante, può inoltre avere effetti benefici sulla cartilagine e quindi sulle articolazioni, in particolare si è dimostrata benefica nella riduzione dei dolori alle ginocchia.

torna al menu...

I semi di sesamo dorato, sono un alimento che si adatta bene a qualsiasi sapore, avendo essi stessi un gusto delicato, che non prevale sugli altri ingredienti. Si possono consumare al naturale o tostati, assumendo in questo caso un gusto più deciso e croccante. Possono inoltre essere consumati sia interi che sminuzzati o polverizzati, da aggiungere generalmente come condimento per insalate, pasta, riso, zuppe, minestre, salse, verdure alla griglia o stufate.
Una manciata di semi di sesamo può essere addizionata allo yogurt, combinati con altri semi e frutta secca, oppure nei cereali per la colazione, nella creazione di barrette energetiche, nei frullati o succhi di frutta e verdura.
I semi di sesamo rappresentano inoltre un ottimo ingrediente per le impanature, da usare da soli o con del pangrattato, oppure un modo per arricchire burger e polpette vegetali o ancora per realizzare grissini, pane, panini, cracker, biscotti, taralli e tantissime altre preparazioni a cui aggiungono un tocco croccante.

Salsa tahina
In Medioriente rappresentano l’ingrediente fondamentale per preparare la salsa tahina, una crema spalmabile a base di semi di sesamo ed olio vegetale (in genere di oliva, semi di girasole o di sesamo). Per realizzarla occorre tostare leggermente 100 g di semi di sesamo (evitando che si brucino) e, una volta intiepiditi, frullarli insieme a due cucchiai di olio ed un pizzico di sale. Si otterrà una crema liscia facile da spalmare che può essere consumata semplicemente sul pane, aggiunta allo yogurt o come accompagnamento in sostituzione delle altre salse. La tahina rappresenta anche l’ingrediente fondamentale dell’hummus di ceci.

Hummus di ceci
Si tratta di un altro piatto tipico della cucina mediorientale, che rappresenta una sorta di crema a base di ceci, in cui la tahina è un ingrediente necessario. Si prepara frullando 600 g di ceci in scatola con 50 gr di tahina; ad essi si aggiungono il succo di 1 limone, olio di oliva (50-55g), due spicchi di aglio e un pizzico di sale o spezie come la paprika.

Gomasio
I semi di sesamo sono anche l’ingrediente cardine per la preparazione del gomasio, un composto in polvere che si utilizza come insaporitore, in sostituzione del sale. Per prepararlo basta tostare leggermente 95 g di semi di sesamo dorato e pestarli con un mortaio o macinacaffè, aggiungendo 5 g di sale marino. Per aromatizzarlo si può aggiungere qualche spezia in polvere, una manciata di alghe essiccate o delle erbe aromatiche.

torna al menu...

Maschera super idratante
Per realizzare un maschera adatta a pelli secche e screpolate occorrono:

  • 2 cucchiai di semi di lino macinati
  • 4 cucchiai di acqua purificata
  • 1 cucchiaino di multani mitti
  • 1/2 cucchiaino di miele

Mescolare i semi con l’acqua e lasciarli riposare per 15 minuti. Aggiungere gli altri ingredienti ed amalgamarli bene; stendere il composto sul viso e tenerlo in posa per 15 -20 minuti.

torna al menu...

Il consumo moderato di semi di lino, ovvero nelle dosi di 3 cucchiai al giorno, non presenta specifici effetti collaterali. La loro assunzione è sconsigliata in caso di diverticolite o colon irritabile, in quanto potrebbe peggiorare i sintomi e nei bambini molto piccoli. Si raccomanda in ogni caso di consumare i semi accompagnandoli sempre con un’abbondante dose di liquidi per scongiurare il rischio di ostruzioni intestinali.

torna al menu...

Originario del Medio Oriente, più precisamente dell’Etiopia e dell’Egitto, il lino veniva utilizzato per la resistenza dei suoi steli, che essiccati e lasciati macerare in acqua davano vita ad una fibra tessile utilizzata per abiti ed accessori destinati ai nobili e alle persone di maggior prestigio.
Furono gli Egizi a sfruttare per primi la pianta di Linum usitatissimum nel settore tessile, ricavando stoffe di color bianco candido, che per il popolo rappresentava la purezza tipica degli dei.
Tutt’oggi la sua coltivazione è diffusa in tutto il mondo, sia per ricavarne la preziosa fibra che consente di ottenere tessuti leggeri e freschi, sia a scopo alimentare, per la produzione dei semi e del pregiato olio di lino.

torna al menu...

Il Linum usitatissimum è una pianta erbacea annuale, rappresentata da un unico fusto mediamente ramificato che può raggiungere un’altezza di 70 cm. Le foglie sono di colore verde con tre venature longitudinali mentre i fiori, che sbocciano tra maggio e luglio, hanno un bellissimo e particolare colore azzurrino e sono composti da 5 piccoli petali. Il frutto è rappresentato da una piccola capsula di 6-9 mm che all’interno contiene i minuscoli semi di forma ovale e di colore scuro o dorato. È proprio dalla loro spremitura che si ricava l’olio di lino.

Chi ha acquistato questo articolo ha comprato anche...

ZOLFO 99,9%

ZOLFO 99,9%

Lo zolfo è un perfetto ingrediente per la realizzazione di saponi, maschere, creme, unguenti, lozioni e shampoo poiché conferisce alla ricetta cosmetica le sue proprietà  sebo regolatrici, esfolianti e nutrienti. Ottimo sui capelli grassi, poiché garantisce morbidezza e lucentezza, e sulle unghie fragili.

EUR 2,99 100 gr

Articoli Consigliati

Polvere di Cinque Spezie Cinesi - 5 Spezie - Miscela Esotica

Polvere di Cinque Spezie Cinesi - 5 Spezie - Miscela Esotica

La polvere delle cinque spezie cinesi è un tradizionale miscuglio di spezie utilizzato nella cucina cinese. Essa è formata , come suggerisce il nome, da 5 tipi di spezie: Finocchio, Anice stellato, Pepe di Sichuan, cannella e Chiodi di garofano. Queste miscela di spezie dona ai piatti una leggera nota mentolata.

EUR 3,49 50 gr

Curcuma di Levante

Curcuma di Levante

Spezia ricavata dal rizoma della Curcuma Longa, utilizzata nella cucina asiatica, è uno degli ingredienti del Curry, a cui dona il tipico colore giallo. Può essere utilizzata anche come colorante alimentare.

EUR 3,99 100 gr

Semi Interi di Fava Tonka

Semi Interi di Fava Tonka

I semi di fava tonka sono molto speziati ed aromatici, con note dolci e vanigliate che rievocano anche la mandorla e la cannella. Ideali da grattugiare negli impasti di torte, biscotti e muffin o inseriti in creme, dessert e gelati, conferiscono un aroma unico e caldo anche a bevande e ricette salate.

EUR 3,98 20 gr

Semi di Finocchio Interi

Semi di Finocchio Interi

I semi di finocchio sono ricchi di olio essenziale e principi attivi dall’azione digestiva, sgonfiante e carminativa. Usati per aromatizzare cibi e bevande o sotto forma di infuso, favoriscono la digestione e l’eliminazione dei gas intestinali, alleviando gonfiore e bruciore. Ottimi anche per profumare l’alito.

EUR 2,49 50 gr

Semi di Aneto

Semi di Aneto

I semi di aneto sono semi aromatici, usati soventemente per tisane ed infusi con funzione diuretica. Esso hanno infatti proprietà  carminativa nei confronti dell'intestino, ottimo come antispasmodico e per tutti coloro che soffrono di crampi addominali. I semi di aneto possono inoltre essere utilizzati contro la cellulite, e rimuovere ogni scoria dal proprio organismo. Tanti altri sono infine benefici portati dalla loro assunzione anche a livello psicologico e della salute in generale.

EUR 2,99 50 gr

Coriandolo Semi

Coriandolo Semi

Il coriandolo è una spezia dall'aroma delicato e piacevole. Questo è, grazie alle sue proprietà , una delle spezie più consigliate a livello erboristico. Risulta infatti un ottimo rimedio a livello intestinale, limitando coliche, reflussi, gonfiore ed irritabilità  al colon. Ottimo inoltre per il sistema nervoso, e come aiuto al sistema immunitario.

EUR 2,10 40 gr

Le recensioni dei nostri clienti

Attendere! Caricamento in corso.

Lascia una recensione

Vuoi lasciare un commento? Effettua il login o registrati!

Segnalaci un nuovo prodotto
Esito operazione

...Sto caricando...

Sto caricando

Effettua il login

L'articolo è stato aggiunto al carrello.

Non è stato possibile aggiungere il buono regalo. Il valore del buono deve essere superiore a 15,00 EUR ed inferiore a 250,00 EUR.

Si è verificato un errore. Contattaci a: tecnici@zenstore.it

Si è verificato un errore. Contattaci a: tecnici@zenstore.it

Si è verificato un errore!

Vuoi rimuovere questo articolo dalla lista dei desideri?