Logo ZenStore

Tintura Madre di Ippocastano

Punteggio:
(1 recensione)
Marca: ZenStore
Codice articolo: 02317
Prezzo consigliato: EUR 7,29
Disponibilità: solo 4
Ordina adesso e riceverai il tuo ordine entro venerdì 22 set.
50 ml
La tintura dell'ippocastano, oltre ad essere assunta per la salute del cuore, ha incredibili capacità che la rendono ideale anche per combattere la cellulite e le gambe gonfie.

Inci: Aesculus Hippocastanum L.

Conosciuto come: Castagna d’India, Castagna amara e Castagna equina

Principi Attivo: Flavonoidi (quercetina e quercetrina), cumarine (esculina e esculetina), saponine(escina), acido oleico e linoleico.

 

La pianta

L’ippocastano è un’albero, della famiglia delle Ippocastanace, dalla folta chioma, elegante ed imponente, che può raggiungere anche i 30 metri di altezza.

Il suo aspetto è di tipo piramidale a causa dei rami inferiori più larghi che vanno a restringersi verso la cima.

La corteccia, bruna e liscia, si desquama con l’età, rendendo l'albero spoglio della giovane maestosità e bellezza.

L'Aesculus Hippocastanum è originario dell’Albania  e della Jugoslavia e, il suo habitat, si estende per quasi tutta la penisola balcanica (fino alla Grecia settentrionale).  Ad oggi è molto presente anche in Italia.

 

La storia

L’ippocastano è un albero antico, risalente all’era terziaria. Spesso è stato confuso, in passato, con il castagno: i frutti dei due alberi sono decisamente simili, ma quelli dell'aesculus sono tossici ed è probabile che gli uomini del passato l'abbiano imparato a loro spese.

Solo pochi animali sono capaci di nutrirsi di quelle che sono state chiamate, per le somiglianze di cui vi abbiamo parlato, “castagne d’india”.

Nel medioevo era ampiamente utilizzato come albero ornamentale non essendoci ancora alcuno studio sulle sue capacità, ed essendo il suo consumo limitato dalla tossicità dei suoi frutti.

Solo pochi secoli fa furono scoperte le sue incredibili capacità e si iniziò ad utilizzarlo sotto svariate forme. Le prime ad essere utilizzate furono proprio le foglie, dalle quali si ricavarono le prime tisane.

Nel  19° secolo Artault di Vevey scrisse: “La loro tintura calma il dolore e riduce i noduli delle emorroidi più rapidamente di qualsiasi altro trattamento”.

Pochi anni dopo si ottennero i primi risultati utilizzandone le foglie per la cura dell’insufficienza venosa  e nel trattamento della dismenorrea (mestruazione dolorosa).

 

Il prodotto

E’ stata ampiamente dimostrato l’incredibile varietà di capacità farmacologiche di cui è capace questa pianta.

Tra tutti i suoi prodigi risaltano quelli sul sistema circolatorio. L’ippocastano agisce infatti sui vasi sanguigni (vene e capillari) permettendo di agire in caso di: insufficienza venosa periferica, emorroidi, cellulite, fragilità capillare e sindromi postflebitiche.

In effetti ad agire sui vasi sanguigni sono l'escina ed i flavonoidi presenti: riducono l'attività delle elastasi e delle ialuronidasi (due enzimi) che normalmente attaccano l'endotelio dei vasi indebolendone la struttura.


Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/integratori/ippocastano.html

 

Curiosità

Leggenda vuole che i cavalli turchi nutrendosi dei frutti di quest’albero guarissero da tutti i mali.

Ovviamente la storia è assai improbabile proprio per l'elevata tossicità dei frutti di cui abbiamo fin ora parlato.

Come già detto l’utilizzo dell’ippocastano è stato studiato negli ultimi secoli e si è giunti alla conclusione che esso possa essere utilizzato senza problemi e con incredibile efficacia per il trattamento della maggior parte dei disturbi circolatori venosi. Infatti, come già detto, l'escina presente, assieme ai flavonoidi, va ad agire come vasoprotettore nei confronti di vene e capillari: la struttura risulta più forte e l'attività degl enizimi (come l'elastasi e la ialuronidasi) che agiscono attaccando l'endotelio e la matrice dei vasi sanguigni risulta ridotta. Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/integratori/ippocastano.html

  • Il prodotto sembra infatti agire a livello dei vasi sanguigni: Aumentando il tono venoso e la resistenza capillare, riducendo la permeabilità capillare (con inibizione della filtrazione transcapillare) e riducendo quindi anche la ritenzione idrica, e rimuovendo liquidi interstiziali accumulati (antiedemigeno).
  • Esso agisce inoltro contro l’insufficienza venosa: Le escine contenute permettono di agire sia sui capillari che sulle vene agendo quindi contro ogni stato di insufficienza venosa.
  • Contro le emorroidi: Inoltre le escine  contenute hanno capacità antinfiammatorie che esercitano inibendo la sintesi di citochine pro-infiammatorie.

L'utilizzo dell'ippocastano, per tutte queste capacità, viene ampiamente consigliato in caso di emorroidi, ragadi e prurito renale. Inoltre la sua azione sui vasi sanguigni risulta particolarmente utile in caso di gambe pesanti (grazie ad un minor ristagno di sangue), contro la cellulite, contro l'insufficienza venosa, in caso di vene varicose (specie se facciamo degli impacchi) e nelle sindromi flebitiche.

L'ippocastano è infine spesso usato in cosmetica nelle creme viso ed in quelle corpo, viene inoltre utilizzato in modo particolare nei prodotti medicinali per combattere gli inestetismi e la cellulite.

L’ippocastano nella medicina popolare

 

Le sue foglie possono inoltre essere utilizzate contro la tosse,  l’artrite e i reumatismi.

Inoltre risultano utili in caso di: flebiti, vene varicosi, dolori mestruali ed emorroidi.

Infine risulta utile anche in caso di contusioni, distorsioni, edemi e dolori alla schiena.

La tintura madre dell'ippocastano ritrova svariati possibili utilizzi per le sue incredibili capacità. Di seguito ne possiamo vedere alcuni.

  • Per la Diarrea: Si consiglia di assumere dalle 30 alle 40 gocce di tintura madre, diluita in acqua, 2-3 volte al giorno lontano dai pasti, fino ad una settimana dopo il termine della stessa.
  • Per la cellulite: Fare cicli di 30 gocce al giorno, tre volte al giorno, lontano dai pasti. I cicli dureranno 2 mesi con una pausa di un mese.
  • Gambe Gonfie: Assumere 20 gocce di tintura madre di ippocastano unite a 20 gocce di tintura madre di sambuco. Assumere sempre 3 volte al giorno per cicli di 2 mesi.
  • In generale: Per i suoi benefici sulla circolazione si consiglia di assumerne 30 gocce al giorno due volte al giorno. Lontano dai pasti. Fare cicli di 1 mese di prodotto ed 1 mese di pausa.

 

Controindicazioni dell'ippocastano

Non vi sono particolari controindicazioni nell’utilizzo dell’ippocastano.

Si deve comunque accertarsi di non essere ipersensibili ad uno a più componenti.

Se ne sconsiglia l’utilizzo in caso di gravidanza e allattamento.

Le curcumine presenti, ad attività antitrombotica, potrebbero interferire con alcuni farmaci, farsi consigliare da un medico in questi casi.  L’escina potrebbe inoltre causare problemi in generale se si stanno assumendo farmaci, consultare sempre il vostro medico.

Chi ha acquistato questo articolo ha comprato anche...

Tintura Madre Di Sambuco

Tintura Madre Di Sambuco

La Tintura Madre Di Sambuco ha una incredibile varietà di capacità. Essa è comunque maggiormente conosciuta per le sue capacità diuretiche, anticellulitiche e per la cura di affezioni al cavo orale.

EUR 6,79 50 ml

Articoli Consigliati

Tintura Madre Di Iperico

Tintura Madre Di Iperico

La Tintura Madre Di Iperico è sfruttata per i suoi effetti calmanti sul sistema nervoso. Ideale quindi in casi di insonnia, stress, tensione, nervosismo e tanto altro. Utile inoltre per i dolori mestruali.

EUR 6,99 50 ml

Tintura Madre Di Elicriso

Tintura Madre Di Elicriso

La Tintura Madre di Elicrisio è ideale per intraprendere un trattamento terapeutico per la cura di allergie, in particolare quelle del tratto respiratorio come rinite, tosse e bronchite. Presenta inoltre delle proprietà digestive, antinfiammatorie, antinevralgiche e cardiovascolari. Infine rinforza il sistema immunitario.

EUR 7,69 50 ml

Tintura Madre Di Sambuco

Tintura Madre Di Sambuco

La Tintura Madre Di Sambuco ha una incredibile varietà di capacità. Essa è comunque maggiormente conosciuta per le sue capacità diuretiche, anticellulitiche e per la cura di affezioni al cavo orale.

EUR 6,79 50 ml

Tintura Madre di Biancospino

Tintura Madre di Biancospino

La tintura madre di biancospino svolge un'azione benefica sull'apparato circolatorio, infatti, protegge il muscolo cardiaco ed equilibra il battito del cuore. Agisce inoltre come sedativo alleviando gli stati d'ansia e agitazione, dunque fornisce un senso di tranquillità e relax. Può essere assunto o applicato esteriormente.

EUR 7,99 50 ml

Tintura Madre di Calendula Fiori

Tintura Madre di Calendula Fiori

La Tintura madre è estratta dai fiori della Calendula ed è principalmente utilizzata per la regolarizzazione del ciclo mestruale, per attenuarne dolori e per la cura e pulizia della pelle. E' nota per le sue proprietà antinfiammatorie per cui può essere applicata su ferite, cicatrici, ustioni e tanto altro. Può essere utilizzata anche per effettuare gargarismi contro le infezioni della bocca.

EUR 7,00 50 ml

Tintura Madre di Bardana

Tintura Madre di Bardana

La Tintura Madre di Bardana, se assunta, agisce da depurativo per il fegato, cistifellea ed intestino; mentre, se applicata esteriormente, apporta benefici a qualsiasi infezione della pelle come acne, foruncoli e dermatiti. Presenta numerose proprietà: depurative, purificanti, drenanti, diuretiche, ipoglicemizzanti, anti batteriche ecc..

EUR 7,49 50 ml

Le recensioni dei nostri clienti

Lascia una recensione

Vuoi lasciare un commento? Effettua il login o registrati!

Newsletter

Segnalaci un nuovo prodotto

Esito operazione

...Sto caricando...

Sto caricando

Effettua il login

L'articolo Tintura Madre di Ippocastano è stato aggiunto al carrello


Si è verificato un errore!

Vuoi rimuovere questo articolo dalla lista dei desideri?


Si è verificato un errore!
Chiudi