Logo ZenStore
Categorie

Macerato Glicerico di Biancospino - Gemmoderivato- Salute del Cuore e Insonnia

Punteggio:
(3 recensioni)
Marca: ZenStore
Codice articolo: 0373
Prezzo consigliato: EUR 7,99
Disponibilità: solo 49
Ordina adesso e riceverai il tuo ordine tra martedì 19 ott. e mercoledì 20 ott.
Il gemmoderivato di Biancospino contiene l’energia potenziale della pianta. Efficace nei disturbi circolatori, aritmie, insufficienza cardiaca, ipertensione, strati di ansia, eccitazione e tensione nervosa, stati di angoscia.

Inci: Crategus Monogina Bud Extract
Origine: Italia
Costituenti chimici: flavonoidi (iperoside, vitexina, quercitrina, quercetina, rutina), proantocianidine, purine e amine, acidi triterpenici, acido caffeico, acido clorogenico, beta-sisosterolo, acido ascorbico, tannini.
Nome famiglia: Rosaceae

Parte della pianta utilizzata: giovani getti

Titolo alcolico: 30 +/-5%


Conservazione: conservare in luogo fresco ed asciutto al riparo dalla luce.

Utilizzo in breve: uso interno, assumere 30-50 gocce diluite in acqua mediamente 3 volte al giorno.

Proprietà in breve: cardiotonico, antiossidante, ipotensivo, anti aritmie, palpitazioni e tachicardia, vasodilatatore, sedativo, ansiolitico.

Controindicazioni in breve: bel tollerato e privo di particolari effetti collaterali se assunto come da indicazioni. L’assunzione di elevate quantità potrebbe creare problemi in gravidanza o allattamento.

torna al menu...

Il gemmoderivato di Biancospino si ottiene dalla macerazione in glicerolo vegetale ed alcool dei giovani getti del Crategus Oxyacantha.

I gemmoderivati sono una forma di estratto galenico, dal nome del grande medico della Roma imperiale, che tempo fa veniva preparato di volta in volta dal farmacista su indicazioni del medico curante. Il processo inizia con il raccolto nel giusto tempo balsamico delle gemme, costituite da un preziosissimo tessuto meristematico, un incubatore di nuove cellule con una struttura molecolare simile a quella dell’organismo umano. Il gemmoderivato è considerato dalla fitoterapia molto attivo, in alcuni frangenti più efficace di altre preparazioni, utile nel trattamento di alcune specifiche patologie, mentre per altre è bene affidarsi ad estratti idroalcolici o ad estratti acquosi.

L’intero estratto ha un’azione molto incisiva sui disturbi e le patologie che per sua elezione cura e tratta, responsabili i suoi principi attivi tra cui spiccano i flavonoidi vari e le proantocianidine, a cui ascrivere le fondamentali capacità che verranno dettagliatamente descritte nella sezione dedicata.

Il gemmoderivato di Biancospino è un efficace cardiotonico, in grado di dare sollievo nell’azione sedativa dell’eccessiva palpitazione cardiaca. Utile nello stato di nevrosi che interessa il cuore ed il suo sistema. Il rimedio è indicato nel sostegno al cuore senile e di supporto all’attività generale della circolazione sanguigna, aiutata anche dall’azione di vasodilatazione.

Il gemmoderivato regola la pressione e agisce con una blanda attività diuretica, entrambi utili nel miglioramento della funzionalità cardiaca e dei suoi effetti sulla salute generale dell’organismo.

L’azione antispasmodica a livello di organi e tessuti è contemporanea all’attività sedativa e calmante, che non determina perdita di vigilanza nelle ore diurne, ma che accompagna al naturale rilassamento verso il sonno nelle ore serali.

torna al menu...

Il gemmoderivato è un fitocomplesso che vede agire la ricca quantità di antiossidanti della sua composizione chimica, flavonoidi e proantocianidine. Principali attivatori della pianta agiscono in sinergia con le ulteriori sostanze per una serie di attività benefiche che vediamo in maniera dettagliata a seguire.

Antiossidante: La capacità di preservare i tessuti ed evitarne logorio ed invecchiamento è una delle principali caratteristiche della pianta del Biancospino. Le proantocianidine svolgono un’azione protettiva dei vasi sanguigni.

Cardiotonico: L’estratto della pianta risulta molto utile per l’azione di sostegno all’attività del cuore, nella sua azione sistolica, grazia alla presenza di gruppi di amine. I due composti che rispondono al nome scientifico di iperoside e vitexina rafforzano l’azione di contrazione del muscolo cardiaco, con un effetto che si ripercuote sul riequilibrio del battito cardiaco. Questo se accelerato viene calmato, dando al rimedio un’efficacia immediata su tachicardia e palpitazioni, siano esse di natura fisiologica e più propriamente fisica oltre che provocate da particolari stati di tensione ed eccitabilità emotiva. L’estratto di Biancospino aiuta il cuore affaticato, il cosiddetto cuore senile e coloro che sono affetti da alterazioni del miocardio.

Antispasmodico: Il gemmoderivato agisce regolando il sistema nervoso simpatico, con la capacità di rilassare la muscolatura ed alleviare tensioni.

Sedativo: Il biancospino compie la sua azione di riequilibrio del sistema cardiovascolare e nervoso fino a giungere ad un effetto sedativo molto interessante, perché esso determina uno stato di calma e rilassamento senza provocare perdita di presenza e concentrazione. L’estratto di Biancospino può essere utilizzato anche durante la giornata, non incide negativamente sull’attenzione nelle attività quotidiane diurne, né sulla capacità di guidare e di compiere azioni elaborate e complesse.

Ansiolitico: I soggetti che tendono a somatizzare lo stato di agitazione con risposte di squilibrio della funzionalità cardiaca e nervosa trovano aiuto nell’uso del gemmoderivato di Biancospino, che li risolleva dallo stato di angoscia nel quale sono caduti o in cui rischiano di precipitare. Le tensioni nervose consuete o legate a particolari situazioni occasionali possono essere alleviate con l’uso corretto dell’estratto.

Diuretico: L’azione di riequilibrio viene incisivamente realizzata e completata nell’organismo anche grazie alla presenza di purine, complessi organici azotati, che sostengono l’attività di eliminazione di liquidi e stimolano la circolazione del sangue nella rete di arterie e vasi.

Antipertensivo: Il Biancospino ha la capacità di ridurre la frequenza del battito cardiaco, mitigando una pressione arteriosa alta. La sua attività migliorativa della circolazione sanguigna si accompagna ad una discreta azione di leggera vasodilatazione. Oltre ad agire sull’ipertensione arteriosa il lavoro della pianta è di riequilibrare lo stato pressorio in generale, andando ad alzare anche un’eventuale pressione sanguigna bassa.

Coadiuvante in menopausa: I benefici effetti sull’attività e la funzionalità cardiaca uniti all’azione di riequilibrio del sistema nervoso, l’azione calmante e rilassante a livello fisico e psichico del rimedio, fanno del Biancospino un alleato delle donne nel periodo delicato della fine della fecondità, prima di ritrovare una nuova funzionalità corporea, con diverse caratteristiche e organizzazioni.

Vasodilatatore: Gli acidi triterpenici sono i principali attivi capaci di determinare una leggera ma efficace dilatazione dei vasi sanguigni, in particolare a livello di circolazione coronarica e flusso nei vasi celebrali. Un’ottima irrorazione per migliorare l’intero sistema circolatorio, la salute di organi e la capacità di essere concentrati e presenti, scongiurando sedimentazioni e coaguli pericolosi, soprattutto nell’età adulta avanzata.

torna al menu...

Uso interno

Nella famiglia degli estratti di Biancospino il gemmoderivato è particolarmente efficace in caso di disturbi circolatori, nelle aritmie, nell’insufficienza cardiaca, nell’ipertensione allo stato iniziale, negli strati di ansia, nell’eccitazione e tensione nervosa, negli stati di angoscia.

Assumere 50 gocce di macerato glicerico di Biancospino 3 volte al giorno.

Palpitazioni: In presenza di questo disturbo, quando la sua condizione è costante, tra i vari rimedi estratti dalla pianta si predilige l’assunzione di 20-30 gocce di gemmoderivato dalle 2 alle 3 volte al giorno.

Assumere da solo o in sinergia con le tisane al Biancospino e ad altri prodotti fitoterapici dall’azione combinata. Per le sinergie con altri integratori e rimedi seguire gli specifici dosaggi, tarati e studiati per un apporto equilibrato.

torna al menu...

Per ottenere sostegno in un periodo particolarmente stressante della propria vita quotidiana è consigliabile utilizzare sia il gemmoderivato che la tisana di fiori e foglie di Biancospino, assumendo 30 gocce di gemmoderivato in mattinata e sorseggiando l’infusione alla sera prima di coricarsi, per un sonno più pesante.

Il gemmoderivato di Biancospino può essere combinato con estratti e preparati che ne potenziano l’azione, rendendola mirata e specifica:

Nel trattare gli stati d’ansia il gemmoderivato di Biancospino si può anche assumere insieme alla Tilia tomentosa (Tiglio), con una sinergia di questo tipo:
20 gocce di gemmoderivato di Tiglio al mattino e prima del pasto, 30-40 gocce di gemmoderivato di Biancospino prima di andare a dormire.

torna al menu...

Seguire indicazioni e quantità nell'assunzione quotidiana. Nel caso di patologie specifiche e gravi seguire le indicazioni di uno specialista. Complessivamente bel tollerato e privo di particolari effetti collaterali se assunto nelle modalità e nelle dose adatte. Prestare particolare attenzione in gravidanza e in allattamento.

torna al menu...

Il nome scientifico prende in via dalla parola greca krataigos sinonimo di forza e robustezza, caratteristica del suo legno.

Un ramo di Biancospino, la pianta considerata dagli antichi romani la protettrice dei sentimenti, veniva vibrato festosamente nell’aria dallo sposo mentre conduceva la sua nuova compagna verso il talamo nuziale, che si era provveduto a contornare di torce ardenti dello stesso legno.

Utilizzato da secoli dalle popolazioni autoctone dell’America, veniva impiegato per preparare bevande energizzanti, per sostenere il corpo negli sforzi e nei lunghi mesi freddi ed impegnativi.

torna al menu...

La pianta di Biancospino è un albero molto grazioso che ha la particolarità di sviluppare spine lungo le sue ramificazioni. Si sviluppa spontaneamente in zone riccamente popolate dalla vegetazione, macchie e radure ai lati dei boschi.

I suoi rami si estendono verso l’alto, con una struttura legnosa all’attaccatura con il tronco. Foglie caduche ed alternate, sono lisce sul perimetro e dentellate solo sull’apice. I fiori sono di un bianco candido con cinque petali, con caratteristica di essere autoriproducenti. I frutti sono delle bacche dure e di colore rosso intenso, dalla forma ovoidale.

Documenti Allegati

Chi ha acquistato questo articolo ha comprato anche...

Acqua/Idrolato di Rose

Acqua/Idrolato di Rose

Acqua di Rose purissima senza prodotti chimici aggiunti, da usare come tonico o decongestionante è ottimo per le occhiaie. Ottimo per dare una nota profumata ai vostri cosmetici.

EUR 4,99 250 ml

Articoli Consigliati

Le recensioni dei nostri clienti

Lascia una recensione

Vuoi lasciare un commento? Effettua il login o registrati!

Segnalaci un nuovo prodotto
Esito operazione

...Sto caricando...

Sto caricando

Effettua il login

L'articolo è stato aggiunto al carrello.

Non è stato possibile aggiungere il buono regalo. Il valore del buono deve essere superiore a 15,00 EUR ed inferiore a 250,00 EUR.

Si è verificato un errore. Contattaci a: tecnici@zenstore.it

Si è verificato un errore. Contattaci a: tecnici@zenstore.it

Si è verificato un errore!

Vuoi rimuovere questo articolo dalla lista dei desideri?