Logo ZenStore
Aggiornamento Covid-19 del 28-01-2021

Equiseto Sommità - Diuretico e Remineralizzante

Punteggio:
(14 recensioni)
Marca: ZenStore
Codice articolo: 0362
Prezzo consigliato: EUR 4,99
Prezzo scontato: EUR 3,99
Risparmi: EUR 1,00 (20%)
Disponibilità: solo 68
Ordina adesso e riceverai il tuo ordine tra mercoledì 14 apr. e giovedì 15 apr.
Le sommità di equiseto sono ricche di silice e sali minerali come calcio, magnesio e potassio, che gli conferiscono un’ottima azione remineralizzante utile per rinforzare ossa, capelli ed unghie. Stimola la diuresi prevenendo la formazione di calcoli renali ed infezioni alle vie urinarie.

Inci: equiseto sommità
Allergeni: Il prodotto è conservato in uno stabilimento in cui sono utilizzati cereali, frutta a guscio, sedano, senape, sesamo, soia, lupino e zolfo.
Costituenti chimici: Silice, sali minerali (potassio, fosforo, magnesio, calcio, zolfo), flavonoidi (isoquercetina, quercetina), equisetonina (saponosidi), fitosteroli, acidi organici (acido citrico, ossalico, malico), vitamine, tannini, alcaloidi (tracce).
Nome famiglia: Equisetaceae

Parte della pianta utilizzata: sommità, in taglio tisana


Conservazione: conservare il prodotto in un ambiente fresco ed asciutto, tenendo la confezione ben chiusa per preservarne le proprietà.

Utilizzo in breve: preparare un infuso con un cucchiaio di erba in una tazza di acqua, filtrare e consumare due volte al giorno. Infusi a base di equiseto sono utili anche per effettuare impacchi e gargarismi.

Proprietà in breve: diuretico, remineralizzante, drenante, emostatico. Contrasta la fragilità ossea, rinforza unghie e capelli, previene le infezioni alle vie urinarie e la formazione di calcoli renali, aiuta ad eliminare le tossine, favorisce la diuresi.

Controindicazioni in breve: non assumere in gravidanza ed allattamento o in caso di insufficienza renale e scompensi cardiaci. Verificare eventuali allergie ad uno o più componenti prima dell’assunzione.

torna al menu...

L’equiseto, noto anche come coda cavallina, viene utilizzato sotto forma di infuso ricavata dalle sue sommità, a cui vengono attribuite principalmente proprietà diuretiche e remineralizzanti.
Con le sommità essiccate di questa pianta si prepara infatti un ottimo infuso che consente di estrarre i suoi principi attivi, tra cui spicca il silicio organico.
Si tratta di un minerale presente prevalentemente negli organi connettivi e nei tessuti, in quanto contribuisce alla costituzione delle cartilagini, rappresentando un tassello fondamentale per il processo di calcificazione ossea, vista la sua capacità di agevolare il deposito di calcio. Il silicio inoltre inforza i tessuti connettivi, gioca un ruolo chiave nella formazione di collagene ed elastina e conferisce per questo elasticità ai tessuti. Ecco perché una carenza di questo minerale comporta la perdita di densità ossea, osteoporosi, contusioni, artrosi, fratture, alterazioni del tessuto connettivo e delle cartilagini, fragilità di unghie, pelle e capelli.
L’utilizzo di equiseto, grazie al contenuto di silicio associato a fitosteroli, flavonidi, Sali minerali ed elettroliti (soprattutto zinco, ferro, potassio, magnesio), vitamine (Vitamina C, vitamine del gruppo B, E, K) , consente di apportare all’organismo preziose sostanze svolgendo un’azione diuretica, remineralizzante, drenante ed emostatica. Viene per questo consigliato in caso di unghie e capelli fragili che tendono a cadere, infezioni a carico delle vie urinarie, ritenzione idrica ed accumulo di liquidi, fragilità ossea, infiammazioni delle mucose orali e calcoli renali.

torna al menu...

Le sommità di equiseto permettono di preparare un’ottima tisana da impiegarsi sia come bevanda benefica che da usare per effettuare impacchi, bagni e gargarismi nel trattamento di diverse affezioni.
La fitoterapia attribuisce all’equiseto capacità drenanti e diuretiche in grado di aumentare il flusso delle urine, utili per eliminare i liquidi in eccesso prevendendo così la formazione di calcoli renali e potenziali infezioni alle vie urinarie.
La pianta vanta inoltre proprietà remineralizzanti, grazie ai silicati presenti al suo interno, rappresentando un ottimo rimedio per rinforzare il tessuto osseo, pelle, capelli ed unghie, prevenire l’osteoporosi e trattare i dolori articolari.

Il consumo di tisane a base di equiseto possono pertanto essere utili in quanto:

Stimola la diuresi: il complesso di silicio, flavonoidi e preziosi composti chimici contenuti nella pianta, la rendono un ottimo rimedio per aumentare il drenaggio dei liquidi e stimolare in modo naturale la diuresi. L’equiseto è per questo utilizzato come coadiuvante nel trattamento di edemi e gonfiori causati a seguito contusioni o edemi linfatici generati da un accumulo di acido urico o urea, ritenzione idrica, cellulite, gambe pesanti e gonfie. Grazie alla sua azione diuretica contribuisce all’eliminazione di scorie, accumulo di acidi e tossine in modo da depurare anche reni e vescica, prevenendo così la formazione di calcoli renali e di infiammazioni come la gotta, causata appunto da un accumulo eccessivo di acidi urici.
L’assunzione di equiseto genera inoltre un aumento del volume delle urine favorendone l’eliminazione; tale processo impedisce il ristagno di liquidi che possono causare infezioni urinarie e proliferazioni batteriche. Il suo meccanismo di azione si differenza dagli altri diuretici presenti sul mercato in quanto pur favorendo l’eliminazione di sodio e di urine, non causa la perdita di elettroliti, ovvero di sali minerali indispensabili, presenti nei fluidi corporei.

Rinforza unghie e capelli: l’azione remineralizzante è attribuita al contenuto di silicio che rende l’equiseto un ottimo alleato di bellezza, soprattutto per pelle, unghie e capelli. Il silicio infatti aiuta a rinforzare i tessuti e a favorirne la rigenerazione, andando a contrastare la fragilità non solo delle ossa ma anche delle unghie e dei capelli. Il suo impiego sotto forma di tisana è pertanto utile in caso di capelli fragili che tendono a cadere e in presenza di unghie soggette a spezzarsi facilmente.

Tratta le infezioni alle vie urinarie: l’assunzione di equiseto tramite decotti e tisane, permette di prevenire e trattare molti tipi di infezioni a carico dell’apparato urinario. Tramite l’eliminazione di urine, tossine e scorie, la pianta infatti inibisce il deposito di liquidi nella vescica che possono causare cistiti, prostatiti e uretrite. Indurre una diuresi forzata può in questi casi aiutare a risolvere tali disturbi.

Azione Remineralizzante: essendo un remineralizzante naturale, l’equiseto agisce positivamente sul tessuto osseo. I suoi benefici sono dovuti all’alta concentrazione di minerali e silice, capaci di contrastare alcune malattie ossee come l’osteoporosi e di favorire la crescita di denti, unghie e capelli. La sua assunzione è per questo raccomandata per contrastare la fragilità ossea (il silicio infatti favorisce il metabolismo del calcio), alleviare dolori articolari e tendiniti, ma anche contrastare i processi di demineralizzazione e decalcificazione. I preziosi minerali contenuti nella pianta, permettono inoltre di facilitare la ricostruzione delle cartilagini, migliorare l’elasticità dei vasi sanguigni ed accelerare il recupero del trofismo muscolare, agendo anche beneficamente sulle malattie articolari.

Guarigione delle ferite: l’equiseto vanta anche proprietà antiemorragiche, cicatrizzanti ed astringenti e per questo se usato per via topica può rappresentare un valido aiuto per accelerare il processo di guarigione di tagli e ferite. Applicato sotto forma di impacco è inoltre un ottimo rimedio emostatico capace di ridurre l’emorragia e l’infiammazione delle emorroidi.

Altre proprietà: le proprietà emostatiche dell’equiseto possono essere utili anche in presenza di ciclo abbondante. La pianta inoltre si è dimostrata utile anche nel trattamento delle smagliature, in virtù della sua azione elasticizzante e rassodante. Avendo capacità deodoranti ed astringenti può essere impiegata per contrastare il sudore ai piedi; l’azione antinfiammatoria è invece utile contro le affezioni del cavo orale come mal di gola e tonsilliti.

torna al menu...

Le sommità di equiseto vengono principalmente impiegate sotto forma di infuso, che può essere utilizzato anche nella preparazione di impacchi o gargarismi, al fine di sfruttare al meglio tutte le sue proprietà.

Infuso di equiseto: per preparare un infuso diuretico e remineralizzante è sufficiente versare 1 cucchiaio di erba in una tazza di acqua e lasciare in ebollizione per qualche minuto. Spegnere dunque la fiamma e lasciare in infusione per 10 minuti. Al termine filtrare con un colino e consumare al naturale o con un dolcificante. Si consiglia di bere l’infuso lontano dai pasti, due volte al giorno per un mese.

Per unghie fragili: per rinforzare le unghie che tendono a sfaldarsi e spezzarsi, si prepara un infuso con un cucchiaio di equiseto ed uno dei semi di aneto. Quanto l’infuso è pronto si immergono le unghie lasciandole in ammollo per circa 10 minuti.

Per rinforzare i capelli: in questo caso si lasciano bollire 2 cucchiai di equiseto in un litro di acqua, affinché rilasci le sue proprietà. Filtrare ed utilizzare il liquido ottenuto come ultimo risciacquo dopo lo shampoo. L’infuso di equiseto agisce anche dall’interno per cui il suo consumo, associato ad altre erbe remineralizzanti come l’ortica, contribuisce al benessere dei capelli anche se assunto oralmente.

Contro ritenzione idrica e cellulite: per ridurre il gonfiore alle gambe e all’addome e trattare la ritenzione idrica, è sufficiente preparare una tisana a base di equiseto e betulla. Basta far bollire una tazza di acqua ed aggiungere un cucchiaio di entrambi i composti, lasciare riposare per 10 minuti, filtrare e bere lontano dai pasti.

Ridurre la sudorazione ai piedi: l’equiseto esercita un’azione deodorante ed astringente, utile contro i piedi soggetti ad eccessiva sudorazione. In questo caso si riempie una bacinella di acqua tiepida e si lasciano in infusione circa 4 cucchiai di equiseto. Tenere quindi i piedi in ammollo per circa 15-20 minuti.

Gargarismi: l’infuso a base di equiseto rappresenta un ottimo rimedio per effettuare dei gargarismi antinfiammatori contro afte, tonsilliti, emorragie alle gengive, mal di gola, carie ed infiammazioni alle mucose orali.

Ferite ed emorroidi: per velocizzare la guarigione delle ferite e sfruttare le proprietà emostatiche dell’equiseto si prepara un infuso usando 5gr di erba ogni 100 ml di acqua. Usare questo liquido come impacco da applicare sulle zone interessate attraverso una garza o batuffoli di cotone.

torna al menu...

Le sommità di equiseto possono essere associate ad altre erbe che ne potenziano l’azione diuretica come la gramigna, l’Orthosiphon e la betulla.
La sua azione remineralizzante e rinforzante su unghie e capelli può invece essere aumentata dall’aggiunta di ortica.

torna al menu...

L’assunzione di equiseto non è consigliata in gravidanza ed allattamento in quanto non ci sono sufficienti studi scientifici che ne attestino la sicurezza in tali circostanze.
Il suo consumo è inoltre sconsigliato ai soggetti con insufficienza renale o scompensi cardiaci e a chi assume farmaci diuretici o antipertensivi. Consultare il proprio medico per qualsiasi dubbio. Non assumere in presenza di allergia ad uno o più componenti.

torna al menu...

L’equiseto è stato da secoli utilizzato a scopi terapeutici, soprattutto nei territori di origine.
Già Dioscorde, medico e botanico greco, ne sfruttava le proprietà emostatiche consigliando il consumo del suo succo per fermare l’epistassi ed impacchi di foglie per favorire la guarigione delle ferite.
Le foglie di equiseto, grazie alla sua azione abrasiva, venivano inoltre usate per lucidare il legno e gli oggetti in metallo, mentre i Sumeri usavano alcune parti della pianta sulle ferite da guerra e per trattare gli edemi. Secondo alcune testimonianze, invece, sia i latini che i greci avevano scoperto le virtù rinforzanti e rinvigorenti della pianta, somministrando un composto a base di equiseto ai propri cavalli prima e dopo una battaglia, al fine di dargli energia e forza.

Curiosità:

  • Il termine equiseto proviene dalla parola latina equisetum composta da equus ovvero cavallo e da saeta ovvero crine, in quanto la pianta ha una netta somiglianza con la coda del cavallo.

torna al menu...

L’equisetum arvense è una pianta erbacea che può raggiungere un’altezza dai 20 agli 80 cm. Si caratterizza per i rizomi lunghi e profondi, molto nodosi e di colore nero, piuttosto striscianti; i fusti sterili sono di colore verde , molto ramificati e tendono a svilupparsi in estate mentre i fusti fertili non hanno rami, sono carenti di clorofilla e per questo hanno un colore che va dal giallo/bianco al bruno.
L’equiseto non ha fiori, infatti al loro posto si sviluppa una sorta di spiga ovale che cresce alla sommità dei fusti fertili. La pianta cresce spontanea lungo i fiumi o nei terreni ricchi di acqua, prediligendo terreni argillosi.

Documenti Allegati

Chi ha acquistato questo articolo ha comprato anche...

Kapoor kachli Hesh

Kapoor kachli Hesh

Polvere profumata per capelli, condizionante, con proprietà  antisettiche, stimola la crescita dei capelli, dona luminosità  e da spessore al fusto del capello.

EUR 3,40 EUR 2,69 50 gr

Articoli Consigliati

Semi di Loto (Phool Makhana)

Semi di Loto (Phool Makhana)

I Semi di Loto sono un ingrediente cosmetico antiossidante, ma il loro uso più diffuso è nel settore alimentare. Apportano numerosi benefici a reni, milza e cuore. Presentano numerose e notevoli proprietà  come quella antiossidante, digestiva, astringente, rilassante, vasodilatatrice e antisettica.

Il prodotto è in arrivo

Le recensioni dei nostri clienti

Lascia una recensione

Vuoi lasciare un commento? Effettua il login o registrati!

Segnalaci un nuovo prodotto
Esito operazione

...Sto caricando...

Sto caricando

Effettua il login

L'articolo è stato aggiunto al carrello.

Non è stato possibile aggiungere il buono regalo. Il valore del buono deve essere superiore a 15,00 EUR ed inferiore a 250,00 EUR.

Si è verificato un errore. Contattaci a: tecnici@zenstore.it

Si è verificato un errore. Contattaci a: tecnici@zenstore.it

Si è verificato un errore!

Vuoi rimuovere questo articolo dalla lista dei desideri?